844Visualizzazioni |  Like

GALATEO IN UFFICIO

Tratto dal Dizionario contemporaneo di buone maniere, ed. Gribaudo

L’ufficio, una volta in più, è un microcosmo della società per cui vigono le stesse regole di base per la corretta convivenza in società.

• Vestitevi in modo consono al luogo di lavoro, rispettoso dei colleghi e del pubblico che ricevete. Tanto più è elevata la funzione, tanto più l’utente si aspetta decoro.
• Non fate attendere chi è venuto a colloquio da voi e, nel corso dell’incontro, evitate interruzioni: la persona che vi sta di fronte è venuta per avere alcuni minuti della vostra attenzione. Spegnete anche il vostro cellulare o tenetelo in
modalità silenziosa.
• Bussate sempre di fronte ad una porta chiusa o socchiusa e attendete risposta prima di entrare.
• La cancelleria viene acquistata per l’ufficio e lì deve restare.
• Consumate cibo o spuntini in tempi e ambienti diversi da quelli lavorativi. Certamente non alla scrivania.
• I colleghi li trovate, non li scegliete e allora smorzate i possibili attriti, la convivenza coatta è sempre impegnativa.
• Evitate di mandare e mail al vicino di stanza se potete comunicare a voce e non dovete lasciare traccia della comunicazione utile all’ufficio. Il rapporto umano continua a essere fondamentale anche nell’epoca telematica.
• La conference call sostituisce la riunione quando i convocati si trovano in uffici diversi e consente di ottimizzare al meglio il tempo. Lasciate gestire la riunione al relatore o al superiore, intervenite se interpellati per non
accavallare voce ed energia.
• La convocazione della riunione deve essere indetta almeno 24 ore prima a meno che non sopraggiunga un’urgenza inderogabile con strumenti che consentano la conferma della ricezione e dell’adesione.
• Una divergenza di opinioni con un collega può essere costruttiva ma affrontatela a tu per tu e non in pubblico. Alzare la voce o usare espressioni improprie è segno di debolezza, a maggior ragione verso chi è in posizione inferiore.
• Il lutto che colpisce un collega richiede sempre sensibilità. Partecipate al funerale o inviate un telegramma che lascia una dimostrazione di attenzione.
Di solito si redigono un telegramma a nome dell’azienda ed uno a nome dei colleghi più vicini firmato col solo nome.
• Il capo vuole soluzioni, non problemi per cui esponeteli facendo intravedere già la soluzione.
• Il badge non va prestato o ceduto, né affidato per essere timbrato in vostra assenza: ogni uso fraudolento è truffa.
• Chiunque lavori seriamente accumula stress: non riversatelo sui colleghi.
• I superiori devono essere gentili verso i dipendenti ma autorevoli e devono saper fare ciò che chiedono poiché, anche loro, dovrebbero aver iniziato da qualche parte…

LO SAPETE CHE: il sostantivo COLLEGA deriva dal latino ed è formato da con e da legare?

HANNO DETTO: oggi ho telefonato all’Agnelli e gli ho detto: “Il mio posto di lavoro non si tocca!” lui mi ha risposto: “E chi lo tocca? Anzi mi fa schifo solo a guardarlo” (Angese)