734Visualizzazioni |  Like

GALATEO PER BALLARE

Dalla notte dei tempi, l’individuo si muove seguendo la musica con movenze che dovrebbero essere coordinate.

Per quanto riguarda le discoteche va ‘il ballo da solo’ ma ricordate che soli non siete, per cui non pestate i piedi altrui, non urtate e, in caso foste urtati, non rivoltatevi imbelviti. Siate sempre composti nei movimenti, non dimenatevi, fermatevi se la situazione diventa caotica.

Se non siete ballerini esperti, evitate di lanciarvi in figure liberatorie che possono mettere in imbarazzo chi vi conosce invocando l’esorcista. Utile, soprattutto all’inizio, è fare passi piccoli. E non andare indietro.

I balli caraibici hanno rilanciato le sale da ballo ma, essendo spesso sensuali, attenzione a non stringere troppo il vostro partner a meno che non vogliate creare fraintendimenti.

Non date spettacolo di effusioni eccessive avvinghiati come pampini sulla vite, la decenza è stile.

La direzione dei balli è sempre da destra verso sinistra.

Quando invitate a ballare, ringraziate comunque, anche se ricevete un diniego. Teoricamente nell’antico Galateo scrivevano di non rifiutare mai, come per una coppa di champagne.

Non guardate negli occhi in modo morboso il compagno ma non disperdete nemmeno lo sguardo a raggiera per controllare le altre dimenticando con chi siete.

Evitate discorsi fiume quando ballate, tanto non vi sentono e comunque risultereste noiosi.

Non inveite contro il barman se non vi serve subito ma rispettate la fila, gli altri hanno sete quanto voi. Fate solo la figura dei prepotenti che non sanno stare al mondo.

Non vantatevi se avete prenotato il tavolo e non dite quanto vi costa. Piuttosto non prendetelo.

Non ballate per mettervi in mostra, ci sono altri modi meno grotteschi per farlo.

Non criticate gli altri ballerini, a voi non farebbe piacere essere oggetto di critiche sui vostri movimenti.

Non sgridate il partner se sbaglia i passi, ma accompagnatelo se siete provetti. Il cavaliere deve sempre ringraziare al termine del ballo.

 

LO SAPEVATE CHE

Sin dall’antichità, la danza è parte dei rituali e delle preghiere, momento di aggregazione della collettività nelle feste popolari e anche occasione di riunione tra persone, come lo è per esempio attualmente la danza nelle discoteche.

HANNO DETTO

“Se sogni di ballare, la strada non è un casting al centro commerciale.”

Roberto Bolle