4902Visualizzazioni |  1

STARE A TAVOLA

Anche a tavola, secondo la scienza della prossemica, esprimiamo l’istinto del possesso territoriale; senza accorgercene, tracciamo delle linee di confine tra il “nostro territorio” e quello dei commensali vicini: per esempio, se qualcuno, dopo aver bevuto, appoggia il bicchiere nell’area di tavolo che percepiamo come nostra, avvertiamo un senso di fastidio.
Ricordate, però, che l’istinto va sempre mediato dal buon senso: nulla è irreversibile nella sfera della “bolla di appartenenza”.

TRATTO DA GALATEO IN 5 MINUTI,  ed. GRIBAUDO